Tutte le App per vedere tv

Da quanto aspettavi il momento di vedere la TV sul tuo smartphone o tablet? Devi sapere che ormai le app per vedere tv da scaricare sono molte e legali. La differenza sta proprio qui. Da qualche tempo si può fare con tutti i principali fornitori di questo servizio. Android o iOS non importa, di App ce n’è per tutti. Ti fornirò una lista dettagliata con le istruzioni che ti seguiranno passo-passo per vedere TV su Android e iOS. Non avrai più il problema di perderti la partita o il film che avevi programmato da tempo di vedere. Ma non solo, queste App sono capaci di fare ben altro, anche meglio della TV stessa.

Prima di cominciare, per guardare la TV su Android o iOS ricordati che hai bisogno di una bella connessione. Normalmente si usa il WIFI, per questo motivo ti consiglio vivamente di associare il WIFI di default sulle App che andrai a scaricare.

Ti faccio un esempio, se guardi un film potresti consumare anche un Gigabyte. Oltre alla lista delle App, ovviamente solo le migliori, esistono altre possibilità diverse dalle App. Si tratta di dispositivi che si possono associare agli smartphone e/o ai tablet. Il bello in questo caso è che non consumi traffico dati. Si tratta di piccoli decoder studiati apposta per questi scopi.

Prima di iniziare ti voglio dare anche un’indicazione se stai cercando anche le app per guardare anime, leggi l’articolo che ti ho linkato non te ne pentirai.

Un’altra esigenza che si ha spesso è quella di accedere a siti per guardare partite gratis in Live Streaming. Si può trattare di un canale Tv straniero per cui risulta criptata la visione, per risolvere ti consiglio di dare un’occhiata a guardare la Live Tv gratis.
Ma andiamo alla prima parte dell’articolo con le migliori app per Android e iOS.

App per vedere la TV italiana

Se cerchi le migliori App per vedere la TV, immagino che ti riferisca a quella italiana. Immagino anche che tu voglia avere a disposizione le emittenti nazionali più famose. Attraverso lo streaming puoi guardare la RAI, Mediaset, La Sette e Sky. Oltre a ciò, ciascuna di esse, attraverso il servizio on demand ti mette a disposizione una varietà infinita di serie, film, show, eventi sportivi e chi più ne ha più ne metta.

Voglio subito avvisarti che se le emittenti non sono a pagamento sulla TV, funziona allo stesso modo con le App. Se invece sono soggette ad abbonamenti allora le App seguiranno l’abbonamento.

App per vedere TV gratis: la lista

La lista comprende le più famose e anche qualcosa in più. Per tutte occorre fare la registrazione mediante conferma della propria mail. I dati forniti servono ai gestori per offrirti i programmi on demand.

  • RaiPlay – E’ sicuramente una delle mie preferite, e ti spiego perché. l’applicazione è quella ufficiale di mamma Rai. Si presenta in azzurro e si chiama RaiPlay. Ti conviene registrarti per l’on demand, e i metodi sono svariati, anche con Facebook o Twitter.  Guardo spesso una trasmissione in particolare che si chiama Leonardo, su Rai 3. Purtroppo la fanno alle 14.35, per cui non riesco a vederla. La sera comodamente vado sul menu. Cerco guida TV Replay, seleziono la TV, poi il giorno e il gioco è fatto. Non c’è nemmeno la pubblicità, per ora. Non solo, posso scaricarmela sotto WIFI per vedermela successivamente in offline con il flag che trovi sotto  lo screen. Vai in menu ed in basso una delle ultime voci la clicchi e ci trovi i programmi che hai messo in offline. Più comoda di così? L’ App la trovi nei due Store di Android e iOS.
  • Mediaset – E’ l’app ufficiale di Mediaset. Credo si a sorpassata qda quella che trovi qui sotto. Puoi guardare live streaming i programmi di Canale 5, Italia 1, Rete 4, La5, Top Crime, IRIS, Italia 2, Mediaset Extra e TGCOM24. Ti registri ed è gratuita.
  • Mediaset On Demand FAN – Qui vediamo le TV del gruppo Mediaset. Non l’apprezzo molto perché mi sparano in home i programmi che rendono difficile la navigazione. Il tasto LIVE ti porta alla schermata delle TV ma ancora una volta devi combattere con piccolezze che ti fanno passare la voglia. Ad esempio provate a mettere lo schermo in orizzontale, c’è un piccolo flag assurdo che devi premere con parecchia difficoltà. Immagino e spero che la rendano più fruibile. Anche qui devi registrarti per i contenuti on-demand, talvolta ricevi dei messaggi su programmi tipo l’Isola, non sono invasivi. Se non li vuoi fai attenzione ai flag da premere in fase di registrazione.
  • TGLA7 – ho voluto inserire tra le app per vedere tv  anche qualcosa su la 7. Con questa app vediamole notizie del TG. Per il resto della programmazione, la versione App per iOS o Android non c’è, forse solo per il momento, non si sa mai.
  • Dplay – logo nero per l’App del gruppo Discovery. Puoi vedere in streaming i programmi di Real Time, Dmax, Focus, Giallo.

Queste sono le più conosciute app per vedere TV gratis, va detto che se vai nell’ App Store di iOS o nel Play Store di Android e scrivi nella ricerca TV, ne trovi un’infinità di App per vedere TV ma non me la sento di consigliartele per via della possibilità di incappare in abbonamenti indesiderati o malfunzionamenti o addirittura cancellazioni. Sono molte e funzionano quasi sempre in re-direct. Passiamo alle App con abbonamento.

App per vedere TV a pagamento – alcune funzionano per tutta Europa!

Bene ora passiamo alle App per le Pay Tv:

  • Sky Go – applicazione che segue l’abbonamento di Sky. Ciò che vedi in TV come pacchetto lo vedi sullo smartphone. Che dire,  i programmi li vedi esattamente come in TV ma ciò che fa rimanere perplessi è una certa disparità di trattamento tra iOS e Android per il servizio On Demand ad esempio. Puoi associare fino a un massimo di due device che puoi cambiare una volta al mese. Va bene per le partite di calcio se sei abbonato, ci sono alcuni canali cinema. Va detto che all’apertura dell’App da un po’ di tempo devi guardarti una pubblicità, il che è strano per una pay tv. C’è anche uno strano funzionamento che riguarda il servizio all-news di sky tg24. Parte il meteo all’improvviso, ti fa rimanere un po’ spiazzato.
  • NOW TV – sempre della piattaforma di Sky. E’ un abbonamento a se, che ha un costo di circa 30 € ed è personalizzabile in base ai Ticket che scegli. In questo caso sfrutti la tua rete WIFI e non installi nessuna parabola.  E’ un box che si attacca alla TV. L’ho inserito in questa sezione poiché si tratta comunque di una TV via internet. A chi può ingolosire NOW TV, a tutti coloro che vogliono gestire un abbonamento mensile e non hanno voglia di abbonarsi a Sky. Su Android e iOS trovi l’applicazione che offre molta flessibilità. Purtroppo anche in questo caso le valutazioni dell’app, sono discordanti.
  • Sky TG24 – concludiamo con le App dedicate a Sky con il canale delle news. Se guardi la valutazione dell’App su iOS ti viene da pensare. Il fatto è che si tratta di un’applicazione a pagamento dopo il primo mese, al costo di 1,99 euro/mese. Per i clienti di Sky è gratuita. La valutazione dell’App deve essere disgiunta dalla valutazione del telegiornale che viene trasmesso in continuazione proprio come in TV. Evidentemente ci sono stati problemi tecnici a leggere le recensioni.
  • Premium Play – qui passiamo alla piattaforma di Mediaset. Si tratta del servizio in abbonamento della pay tv Premium. Un po’ come Sky Go offre il suo palinsesto anche on demand che già vedi nel tuo abbonamento. Anche per Premium è prevista la possibilità di accedere ad un abbonamento mensile con Premium Online.  Nulla di nuovo all’orizzonte le due piattaforme italiane si rincorrono sui contenuti.
  • Italia Smart – con questa app vedi gratuitamente Alice, Marcopolo, e Alice Kochen. In abbonamento invece i programmi on demand di cucina, viaggi, case, motori e calcio. Puoi anche accedere alle riviste digitali di Alice Cucina, Diari di Viaggio e Case & Stili. I primi 7 giorni sono gratuiti poi scatta l’abbonamento a 5 € al mese o 36 per tutto l’anno.
  • Serie A TIM – per gli amanti del calcio l’app ufficiale della Serie A. Oltre al campionato c’è la Coppa Italia. E’ un’applicazione che fa godere l’appassionato poiché offre una miriade di contenuti e informazioni. Il costo dell’abbonamento include il traffico dati il che non è male. 2,69 a settimana o 9 € a stagione. Per gli abbonati TIM vengono fatte delle promo. Il mercato degli operatori telefonici è sempre in fermento per cui verifica al momento quanto costano e cosa offrono.

Guardare la TV via App ma dalla TV

Abbiamo visto le miglior App per vedere TV nazionali gratuite oppure a pagamento. Ora analizziamo una tecnica per vedere i programmi offerti nelle app, rimandandoli alla tv. Come dici? Sarebbe fantastico perché dallo schermo dello smartphone si riesce a vedere ben poco? Esiste da un po’ di tempo a dire il vero e si tratta di un congegno della Google. La Chromecast  è una specie di chiavetta che si attacca via HDMI alla Tv. Ha anche un cavetto USB che serve per alimentarla. L’applicazione che ti suggerisco per farla funzionare al meglio, è Google Home.

Con la Chromecast riesci ad inviare, sotto stessa rete WIFI , lo schermo dello smartphone così com’è, alla TV. Nelle App della Rai questa possibilità già c’è. Trovi in alto un simbolo (un quadrato con delle onde tipo WIFI) quando già stai guardando un programma. Con Google Home, puoi inviare tutto ciò che hai nel telefono. Va da se che se ad esempio Sky impone la restrizione Chromecast su Sky Go, tu puoi oltrepassare tale limite passando prima da Google Home e poi Sky Go.

Utile vero? trovi delle chicche ulteriori in merito all’utilizzo della chiavetta di Google su questo blog, vai all’articolo “due monitor al Pc”. 

Oltre le App per vedere TV ci sono i ricevitori

Ora ci inoltriamo in un altro mondo rispetto a quello delle App per vedere TV. E’ possibile infatti vedere TV su Android anche tramite i ricevitori DVB-T. Secondo me ne vale la pena perché eviti di usare la connessione ad internet. Ovviamente non avrai tutte le espansioni che ti permette l’on-demand ma se vuoi vedere la TV lontano da essa, con i mini ricevitori potrai farlo comodamente.

Sono di piccole dimensioni e vanno collegati direttamente allo smartphone o tablet. Ci troviamo nel mondo Android per cui devi possedere uno smartphone non della Apple. Tieni in considerazione anche che ogni sistema operativo si aggiorna con una certa frequenza per cui se veramente desideri un dispositivo DVB-T allora leggi bene le caratteristiche prima di acquistarlo. Ti propongo una lista di ricevitori per smartphone o tablet per darti un’idea un po’ più approfondita. Prendo come store online Amazon ma dai un’occhiata nel web con il nome che ti suggerisco per controllare i prezzi soprattutto.

iCube Tivizen Pico Android – piccolo ricevitore molto pratico, può essere acquistato con o senza batteria. Funziona su Android, come tutti quelli qui segnalati. Si attacca tramite USB, ha solo un problema che consiste nel fatto che non puoi caricare il cellulare quando lo usi poiché la porta è occupata. ll segnale è potenziato dalla batteria ma dipende dove sei, come sempre. Il suo costo è intorno ai 30 € ma anche qui vanno e vengono promozioni.

iCube Tivizen Pico2 HD Lightining – E’ la versione precedente riveduta per Apple. Funziona solo a vecchi dispositivi, dal 6 in poi non va.

witv – my Giga DVB-T – E’ un ricevitore digitale terrestre per tutti i sistemi operativi. Costa meno della concorrenza per 3 ore di autonomia. Pecato per l’antenna in ferro.

Trevi DT 327 TV Mini Decoder Wi-Fi DVB-T – Registra in diretta scaricando dal Play Store o App Store DTV Wi-Fi o iDTV Wi-Fi.

I prezzi vanno da 20 euro in su, meglio affidarsi alle recensioni di Amazon.