DNS Google 8.8.8.8 e 8.8.4.4 – Se vai di fretta ecco i codici da utilizzare se vuoi navigare senza restrizioni e ovunque nel mondo. Se vuoi delle alternative al DNS Google, continua a leggere le importanti novità degli ultimi mesi.

La notizia di un DNS così potente e gratis l’ha data direttamente Google nel suo blog, per cui c’è da fidarsi. Ormai chiunque voglia navigare con elevata velocità e in maniera del tutto libera conosce questo DNS poiché sono 10 anni che è stato reso noto.

Prima di utilizzarlo ti suggerisco di capire bene a cosa servono i DNS e poi ti farò vedere come inserirlo nel tuo PC in qualsiasi sistema operativo.

Prima di approfondire ti dico subito che questo sito informatizzato.it ha tutti gli articoli ben conservati in un database a cui si arriva per associazione di un indirizzo IP del web server, tieni a mente questo esempio per capire chi compie il lavoro dell’associazione.

A cosa servono i DNS

DNS sta per Domain Name System che recepisce la richiesta digitata nei browser e stabilisce l’indirizzo IP corrispondente, Questo può essere IPv4 oppure IPv6.

Tieni conto che tutte le tue icone che hai sul desktop hanno un assegnazione che potrebbe non essere proprio l’IP ma un’assegnazione che punta ad un IP. Ciò che importa è che il DNS risolve il dominio e assegna l’IP corrispondente.

Senza entrare in tecnicismi eccessivi quello che devi sapere è che il tuo operatore ti ha installato il modem router con un proprio server DNS.

Tramite il protocollo DHCP viene comunicato e utilizzato da tutti i device presenti in casa o ufficio sotto la stessa rete dati.

Il DNS di Google che vuoi impostare prende il posto di quelli pre-inseriti dall’operatore delle telecomunicazioni.

La velocità di navigazione che offre il DNS Google è nota a tutti ed è il motivo per cui soprattutto chi gioca online adopera. Chiunque nel mondo può utilizzarlo e con qualunque dispositivo.

La velocità è notevole poiché la latenza è ridotta al minimo, Google fisicamente ha posizionato i suoi server in tutto il mondo, in questo modo sono fisicamente vicino all’utente. Questo parametro è facile verificarlo attraverso il ping di risposta.

Il Google Public DNS ha un altro importantissimo vantaggio, e cioè elimina i blocchi di censura. Pensa ad esempio ai file torrent, spesso e volentieri i siti che li ospitano sono oscurati.

La pratica di cambiare il DNS e usare quello di Google è utilizzata anche da chi vuole vedere film o serie TV in streaming attraverso siti che lo permettono.

Se vuoi vedere qual è il tuo indirizzo IP in questo momento, ti basterà per Windows andare su Start, Esegui e digitare cmd. Nel Prompt dos scrivi ora la parola ipconfig.

In ultimo c’è da considerare il fattore sicurezza, il DNS di Google blocca virus e malware che vengono utilizzati per direzionare la richiesta dell’utente su altri siti quasi certamente dannosi. Questa pratica è nota sotto il nome di Spoofing, leggi il link di Wikipedia se vuoi approfondire.

Cambiare il DNS su Windows

Per Windows 10 leggi sotto la procedura facilitata che è stata inserita con l’aggiornamento del maggio 2019.

Tasto destro del mouse sull’icona delle connessioni di rete, è piccola e la trovi in basso a destra, per capirci vicino all’ora. Selezione Apri centro connessioni di rete e condivisione.

Metodo alternativo: tieni premuta la bandierina di Windows sulla tastiera e premi il tasto R. Si apre una finestrella, scrivi nello spazio ncpa.cpl dopo pochi secondi si apre il centro connessioni.

Ora clicca sulla tua connessione attiva (wi-fi o LAN).

Nella finestrella clicca su Proprietà. Si apre un’altra finestra dove trovi una serie di righe, cerca e fai doppio click su Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4).

Probabilmente in alto sarà flaggato “Ottieni automaticamente un indirizzo IP“. Più in basso devi invece devi flaggare “Utilizza il seguente indirizzi server DNS“.

Ci sono due riquadri, nel primo inserisci 8.8.8.8 e nel secondo 8.8.4.4 clicca OK e ancora OK nell’altra finestra che avevi aperto. Eventualmente clicca chiudi sull’ultima finestra ancora aperta.

Se invece utilizzi IPv6 allora l’indirizzo DNS Google sarà: 2001:4860:4860::8888 e il secondario: 2001:4860:4860::8844. Nota che tra i provider che hanno attivato l’IPv6 c’è Fastweb.

Può essere necessario inserire il codice in tutti gli spazi, ciò può succedere per alcuni device, per cui utilizza questi codici:

  • 2001:4860:4860:0:0:0:0:8888
  • 2001:4860:4860:0:0:0:0:8844

Google comunque mette a disposizione delle pratiche guide, per cui se usi Mac o hai il sistema operativo Linux vai direttamente alla guida.

Il DNS Google è Sicuro?

Molti si chiedono come può essere sicuro un DNS fornito da chi ha una serie di dati utente enorme, grazie soprattutto al servizio di posta elettronica gmail. In effetti qualche dubbio è sorto.

Google ha assicurato di impegnarsi a non incrociare i dati in nessun modo. Visto ciò che è successo con Facebook non si può certo star tranquilli, ed è per questo che Cloudflare ha lanciato all’inizio di aprile 2019 il suo DNS gratis, ancora più veloce di quello di Google.

Alternativa al DNS Google – DNS Cloudflare

Non voglio confonderti le idee ma è giusto che tu abbia anche delle alternative almeno pari a quelle che offre gratuitamente il gigante di Mountain View.

Il primo aprile Cloudflare lancia il suo DNS gratuito che è il seguente:

  • 1.1.1.1
  • 1.0.0.1

Le novità importanti sono 2:

  • Velocità: svolgendo i test di connessione si è notato che il DNS Cloudflare è più veloce di quello di Google;
  • Cloudflare si è impegnata come nessun altro nella privacy. Non esistono registri di query lanciate dagli utenti, ne di indirizzi IP. Dopo 24 ore tutto viene cancellato.

L’alternativa DNS a Google e a Cloudflare è OpenDNS:

  • 208.67.222.222
  • 208.67.220.220

Ora tocca a te fare la scelta migliore!