Bitcoin ora ha corso legale in El Salvador, prima nazione al mondo ad adottare la criptovaluta

Aggiornamento: giu 24

La piccola nazione del centro America spera di ridurre i costi delle rimesse e aumentare gli investimenti.


Bitcoin e 100 dollari americani

Mercoledì, il presidente di El Salvador ha firmato in legge una proposta per adottare bitcoin come moneta a corso legale, rendendo la nazione centroamericana la prima al mondo a utilizzare ufficialmente la criptovaluta.


La nuova legge afferma che le aziende devono accettare bitcoin come forma di pagamento e il governo consentirà anche alle persone di pagare le tasse in bitcoin. Il tasso di cambio con il dollaro sarà deciso dal mercato e gli scambi da dollari a bitcoin non saranno soggetti all'imposta sulle plusvalenze. La legge è stata approvata con un voto di maggioranza del legislatore salvadoregno, con l'assenso di 62 su 84 deputati.


Il presidente Nayib Bukele ha affermato che la nuova legge renderà più facile per i salvadoregni che vivono all'estero inviare rimesse ad amici e familiari nel paese. L' anno scorso sono confluiti nell'economia salvadoregna circa 6 miliardi di dollari di rimesse, che rappresentano quasi un quarto del prodotto interno lordo del paese. Circa il 70% dei salvadoregni non ha accesso ai servizi bancari tradizionali e ad altri servizi finanziari all'interno del paese, ha affermato il presidente. Il leader 39enne spera che anche l'invio di rimesse diventi più economico. L'anno scorso, la commissione media era del 3% per transazione. L'eliminazione di tale commissione farebbe risparmiare ai salvadoregni circa 180 milioni di dollari.


Il paese ha utilizzato il dollaro USA come valuta principale dal 2001, quando il governo stava tentando di stabilizzare e sostenere un'economia lasciata nel caos da una sanguinosa guerra civile durata 12 anni, terminata nel 1992. Il governo convertì il suo sistema contabile in dollari e smise di stampare e coniare la sua vecchia valuta, il colón salvadoregno, anche se non la rimosse come moneta a corso legale. Le persone possono ancora spendere qualsiasi colón in loro possesso ad un tasso di cambio fisso con il dollaro.


L'uso del dollaro da parte di El Salvador come valuta principale ha significato per il paese cedere il controllo sulla sua politica monetaria alla Federal Reserve statunitense. Di conseguenza, gli sforzi del governo salvadoregno per sostenere l'economia in una fase di recessione devono avvenire attraverso interventi fiscali, che richiedono un'ampia maggioranza al governo. L'adozione di bitcoin non cambierà questa situazione, ovviamente, poiché l'offerta della criptovaluta è limitata dai tassi di mining ed è destinata ad essere limitata a 21 milioni di bitcoin.


Bukele spera che saltando sul carro del bitcoin, il paese attirerà gli investitori stranieri. "Bitcoin ha una capitalizzazione di mercato di 680 miliardi di dollari", ha scritto in un tweet. "Se l'1% di esso venisse investito in El Salvador, ciò aumenterebbe il nostro PIL del 25%". Questa ipotesi, ovviamente, dipende fortemente dalla capitalizzazione di mercato di bitcoin, che ha oscillato in modo significativo nell'ultimo anno poiché il prezzo della criptovaluta ha oscillato selvaggiamente.


Ovviamente, la reazione del mercato non ha tardato ad arrivare. Da un giorno all'altro, il prezzo dei bitcoin è aumentato di circa il 7%.


0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Resta Informatizzato

Non perderti mai un nuovo post.

Grazie per l'iscrizione!