Instagram rivela come funziona l'algoritmo

Aggiornato il: giu 11

La maggior parte dei social media avvolge l'idea dell'"algoritmo" nel mistero. Instagram sembra voler rompere gli schemi e ha pubblicato un post dettagliato sul suo blog ufficiale in cui spiega qual è il suo algoritmo e come questo classifica feed, Storie, Esplora e Reels.


Logo di Instagram

Adam Mosseri, capo di Instagram, inizia il lungo post affermando di voler fare un lavoro migliore nello spiegare come funziona Instagram in modo che i suoi utenti possano sapere se la piattaforma è degna della loro fiducia . È un obiettivo audace, ma Mosseri afferma di voler dissipare preconcetti e complotti riguardo il funzionamento della piattaforma e rispondere a diverse domande come "Come fa Instagram a decidere cosa vedo per primo?"; "Perché alcuni dei miei post ottengono più visualizzazioni di altri?"; e "In che modo Instagram decide cosa mostrarmi in Esplora?".

"Uno dei principali malintesi che vogliamo chiarire è l'esistenza di un "algoritmo", afferma Mosseri. "Instagram non ha un algoritmo che decide ciò che le persone fanno o non vedono nell'app".


Mosseri afferma che Instagram non ha un misterioso algoritmo per tutto, ma piuttosto una varietà di algoritmi, ognuno dei quali ottimizzati per una specifica sezione dell'app. Sebbene interessante, questa rivelazione non è particolarmente utile da sola: il fatto che ci sia uno o più algoritmi non cambia radicalmente l'esperienza di un utente.


Ma Mosseri non si ferma qui e spiega che l'idea alla base di questi vari algoritmi, classificatori e processi è di fare in modo che sia possibile vivere meglio la grande quantità di contenuti su Instagram.


Questo è un tema abbastanza comune dietro il motivo per cui qualsiasi piattaforma si è allontanata da un sistema di "feed". I suoi meriti sono ancora in discussione, ma è il motivo pubblico per cui pochissimi social network utilizzano un semplice feed basato sull'ordine cronologico.


"Vogliamo che sfrutti al massimo il tuo tempo e crediamo che l'utilizzo della tecnologia per personalizzare la tua esperienza sia il modo migliore per farlo", afferma Mosseri. “Ogni parte dell'app – Feed, Explore, Reels – utilizza il proprio algoritmo su misura. Le persone tendono a cercare i loro amici più cari nelle Storie, ma vogliono scoprire qualcosa di completamente nuovo in Esplora. Classifichiamo le cose in modo diverso nelle diverse parti dell'app, in base a come le persone le usano."


Nel suo blog, che puoi leggere qui, Instagram spiega nel dettaglio come classifica Feed e Story Content, Explore e Reels. Mosseri spiega anche il concetto di "shadow ban" e come questo sia un termine usato per descrivere una serie di esperienze sulla piattaforma che spera che l'azienda possa fare un lavoro migliore nello spiegare.


Infine, Mosseri descrive come un utente possa avere un'influenza diretta su ciò che vede mentre è su Instagram, il che gli dà un po' di controllo sull'"algoritmo" e su ciò che Instagram sceglie di mostrargli.


Resta Informatizzato


Seguici su Facebook, Instagram e Twitter per non perderti mai le ultime notizie!

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Resta Informatizzato

Non perderti mai un nuovo post.

Grazie per l'iscrizione!