Risparmiare batteria – Android, Apple e trucchi

In questa guida troverai le risposte ad un importantissimo problema, quello di risparmiare batteria, che hanno quasi tutti gli smartphone.  Il problema nasce dal fatto che dopo un po’ di tempo la batteria inizia a dare dei problemi. Nonostante gli smartphone costino molto, qualsiasi marca di cellulare prima o poi va incontro ad un problema di batteria non abbastanza performante. Hai notato anche tu questo calo di prestazioni nel tuo nuovo cellulare? Se è così allora ti suggerisco di leggere questo articolo poiché tratteremo in maniera approfondita i problemi della batteria che hanno i telefoni Android ma anche quelli della Apple. Alla fine inserirò una sezione dove ti parlerò dei trucchi per risparmiare batteria e non avere più i problemi di batteria perlomeno in quei casi in cui il difetto è dovuto all’utilizzo che fai del tuo smartphone.

Stai cercando anche tu di aumentare l’autonomia per il tuo telefono ma non sai in che modo riuscirci? leggi questa guida con attenzione e con tutta probabilità riuscirai, a seconda del tuo smartphone, a risparmiare batteria Android oppure a risparmiare batteria iPhone semplicemente adottando alcuni trucchi.

Tieni conto che comunque sia, se hai un problema di batteria perché veramente l’hai utilizzata molto, allora non c’è trucco che tenga, ti toccherà sostituirla. Il mondo delle App è molto vasto, come sicuramente saprai, si possono trovare anche delle soluzioni adeguate per risolvere, oppure migliorare il tuo problema. Come dici? Vorresti sapere di quanto si riesce a recuperare attraverso una app? Questo dipende anche da te, dal comportamento che avrai non solo nell’utilizzo di queste app, ma anche in funzione di come riuscirai a modificare il tuo comportamento durante il giorno.

Devi sapere infatti che ci sono delle applicazioni che consumano di più di altre, e sono proprio queste a scaricare la batteria in un qualsiasi telefono Android oppure in quelli della mela morsicata. Per riuscire ad arrivare a casa la sera senza la preoccupazione di avere un telefono scarico non c’è altro modo che saperlo utilizzare bene e riuscire a mettere in campo tutte le strategie che sto per dirti.

Se quindi ti senti pronto per iniziare a leggere questo articolo, tieni conto che nella prima parte ti parlerò di come risparmiare batteria Android in seguito troverai la sezione nella quale ti parlo della possibilità di risparmiare batteria iPhone. Alla fine troverai i trucchi che puoi utilizzare per riuscire a allungare di un po’ la durata della tua batteria.

Risparmiare batteria Android

Iniziamo con i telefoni con sistema operativo Android, la prima indicazione è abbastanza particolare e ti consiglio di prenderla sul serio se veramente conosci già questa procedura, altrimenti, potrai andare agli altri suggerimenti.

Effettuare il Root

Iniziamo con il tema di come risparmiare batteria Android. La prima cosa che ti suggerisco, come detto, è un intervento molto pesante. Si tratta in pratica di effettuare il root del tuo smartphone. Attraverso questa procedura in pratica si sblocca Android ma per far ciò occorre ottenere i permessi di root.

Non conosci cosa sono i permessi di root? In sostanza con questa procedura riesci ad ottenere i permessi da amministratore su Android e quindi puoi accedere alla console di comando che ti permette di modificare i livelli già pre-impostati di sistema del tuo sistema operativo.

Ogni smartphone Android ha delle protezioni impostate da Google. Ci vuole un po’ di pazienza e attenzione poiché comunque ci sono alcuni pericoli e delle controindicazioni. Il primo fra tutti è sicuramente la perdita della garanzia ufficiale, il secondo ancora più grave è la cancellazione di tutti i dati sul tuo dispositivo, quindi puoi eseguire queste operazioni solo se hai abbastanza familiarità con questo genere di procedure.

Ti ho voluto citare questa operazione poiché è molto ricercata dagli utenti ma ti ho anche avvertito che va fatta in maniera molto scrupolosa poiché gli errori proprio non sono ammessi.

Quali sono le app che utilizzano maggiore energia?

Devi sapere che anche se il tuo smartphone  ha lo schermo spento, in realtà in background ci sono diverse applicazioni che hanno bisogno di verificare continuamente se ci sono degli aggiornamenti,  oppure delle notizie online. Quasi tutte le App poi controllano se ci sono sincronizzazioni da fare, tutte queste operazioni richiedono consumo di energia. Risparmiare batteria Android è quindi possibile controllando tutte queste applicazioni che agiscono mentre tu semplicemente non lo stai utilizzando.

Con Wakelock Detector di Google Play sei in grado di capire quali sono le applicazioni che disturbano semplicemente la funzione di riposo del tuo smartphone. Puoi scaricare Wakelock detector da Google Play Store e dovrai aspettare un po’ di tempo, circa due ma anche tre, per far calibrare questa app con il tuo smartphone.

Dopo alcune ore quindi potrai avviare Wakelock detector e selezionare l’icona CPU Wakelock. A questo punto troverai la lista delle applicazioni che per maggiore tempo influenzano i consumi del tuo telefono mentre è in stand by.

Ora che hai visto quali sono le app più sprecano più energia, puoi decidere da solo se provvedere ad eliminarle oppure se continuare ad averle. Quelle che vedrai nelle prime posizioni della lista, sono sicuramente quelle che consumano di più.

Se decidi di eliminarle dovrai semplicemente andare nel menu Impostazioni del tuo smartphone e cliccare sulla voce Applicazioni, dopodiché dovrai selezionare l’app e poi premere Disinstalla tutto chiaro?

Il problema è stato risolto? se ancora non sei riuscito a bloccare le app che sprecano troppa energia, ti consiglio l’app che segue e vedrai che quando avrai usato un po’ di queste strategie, il tuo smartphone Android sarà in grado di tornare ad un consumo accettabile di energia.

Congelare le applicazioni

Se hai scoperto che ci sono alcune app che consumano tanta energia ma non le vuoi scaricare allora hai un’altra soluzione che ti può soddisfare. Dovrai semplicemente installare Greenify. Il suo funzionamento è intuitivo, semplicemente tiene conto del fatto che quando è in stand by blocca le app e non permette loro di continuamente contattare la rete.

Purtroppo per farlo funzionare al massimo della sua potenzialità è meglio avere uno smartphone sbloccato ma comunque puoi accontentarti di farlo girare lo stesso, perché ha un buon risultato comunque.

Limitare l’utilizzo della rete dati continuamente

Se vuoi consumare meno batteria del tuo smartphone Android, una buona soluzione è quello di interrompere la connessione Wi-Fi ma soprattutto LTE oppure 3G.

L’app che ti servirà si chiama DroidWall. Altro non è che un firewall che ti da la possibilità di selezionare quali sono le applicazioni che devono accedere alla rete oppure che non devono utilizzare dati sia in WiFi che sotto connessione dati.

Scarica Droidwall dal Play Store appena installata. Premi il pulsante menù in basso a destra, e seleziona firewall disabilitato per rendere attivo il firewall. Ora potrai vedere il suo vero funzionamento, esiste una Whitelist ed una Black List a seconda della tua decisione potrai bloccare quelle App dal consumo di dati oppure dargli il tuo permesso.

Riduci la luminosità dello schermo

Questa soluzione sicuramente la conoscerai poiché è molto intuitiva. Sappi solo che la luce dello schermo consuma molta energia per cui farai meglio a dosarne l’utilizzo. Per risparmiare batteria Android dovrai ridurre la luminosità dal menù impostazioni. Dopodiché dovrai premere schermo ed infine luminosità.

Se vuoi una soluzione diversa puoi scaricare l’app gratuita Screen Filter che ti da la possibilità di diminuire la luminosità dello schermo andando ad agire sui valori predefiniti da Android.

L’utilizzo è molto semplice dovrai spostare la barra di regolazione. Se vuoi disabilitarla dovrai premere  sul pulsante Clear.

Ridurre l’uso dei widget

I widget sono sicuramente ciò che ci vuole per rendere personale il proprio smartphone Android. È però vero che sono proprio loro a lavorare esattamente come fanno le app. Il consiglio quindi, per aumentare l’autonomia della batteria, è quello di limitarsi solo a quelli ritenuti veramente indispensabili.

Se il tuo problema è quello di risparmiare batteria Android ti suggerisco di valutare di rimuovere i widget non fondamentali poiché non portano beneficio alla durata della batteria. Per eliminare un widget non devi far altro che tenere il dito premuto per qualche secondo, dopodiché dovrai trascinarla nel cestino oppure nell’icona con scritto Rimuovi.

Effettua una scansione anti malware

Se hai fatto tutto quello che hai letto più in alto ma il tuo problema è rimasto allo stesso punto di prima, allora si può pensare anche che possa essere entrato, nel tuo sistema operativo Android, un malware. Questa spiacevole situazione con Android è più facile che capiti rispetto al sistema iOS. Ciò è dovuto al fatto che le app si possono scaricare anche all’infuori del sistema dello Store di Google.

Un malware può semplicemente causare dei rallentamenti oppure anche dei comportamenti anomali dello smartphone, uno di questi potrebbe essere l’eccessivo consumo della batteria.

Se sai di aver scaricato delle applicazioni all’infuori del sistema Play Store di Android,  allora potresti valutare di dotarti di un antivirus Android ed installarlo. Devi sapere che il Play Store è ricco di questi antivirus e molti sono disponibili in maniera gratuita.

Altri modi per risparmiare batteria Android

Di seguito puoi trovare altre indicazioni utili per risparmiare batteria Android. Puoi utilizzare questi suggerimenti unitamente a quelli che ti ho già raccomandato qui sopra.

Evita di utilizzare i tasti automatici

Anche se pochi lo sanno in realtà le app che permettono di chiudere in maniera automatica altre app che stanno utilizzando la CPU o ram in realtà hanno l’effetto di consumare troppa energia. Questo perché ogni volta che chiudi in maniera forzata un’app questa sarà costretta a ripartire da zero e ciò consuma ancora più energia del tuo  smartphone.

Evitare di forzare  la chiusura delle App in maniera manuale

La stessa cosa vale anche quando  viviamo forzatamente un app. L’unico motivo per cui bisognerebbe farlo è unicamente quando è bloccata.

Aggiornare il sistema operativo a quello corrente

Ciò permette di evitare di avere cattivi funzionamenti proprio perché le app si allineano al nuovo aggiornamento Android.  Gli smartphone un po’ più datati che non hanno effettuato l’aggiornamento di Android di frequente, hanno questo inconveniente.

Non fare uso di sfondi animati

Si sa che gli sfondi animati sono molto belli ma purtroppo tra tutti i wallpaper, sono quelli che consumano molta batteria. Li puoi sostituire recandoti nella sezione nel menu impostazioni di Android e sostituirli con altri fondi statici.

Usare la modalità risparmio energetico

Se la batteria del tuo smartphone Android è arrivata fino in fondo allora ti conviene inserire la modalità di risparmio energetico. Questa funzione la trovi se scorri lo schermo dall’alto verso il basso, in modo da attivare la funzione. E’ una delle funzioni rapide del tuo smartphone.

Come risparmiare batteria iPhone

Anche con una iPhone si hanno gli stessi problemi che si hanno con tutti gli smartphone a prescindere da quale sia la loro marca. Ovviamente non si possono fare dei miracoli con i metodi che vedrai, ma se seguirai i consigli probabilmente riuscirai a migliorare la durata del tuo smartphone della mela morsicata di qualcosa in più.

Le app sopra suggerite sono un buon metodo anche per un iPhone, in questa sezione però ci concentriamo su soluzioni che vengono spontanee di fronte alle molteplici funzionalità dell’iPhone.

Sei pronto a seguire i consigli per risparmiare la batteria iPhone?  Proviamo quindi ad utilizzare tutte le strategie possibili ed immaginabili. Prima però ti sarà utile sapere un’informazione che  potrebbe risultare determinante per te. La stessa casa madre ha ammesso che molti modelli hanno un problema congenito di batteria.

Per alcune versioni del telefonino della Apple è stato riscontrato un consumo, ma soprattutto un deterioramento della batteria, anomalo.  Per questo motivo basta portare il tuo iPhone, se è compreso nella lista che la stessa Apple ha pubblicato sul suo sito, ai centri Apple per chiederne la sostituzione della batteria con un prezzo minimo di €29.

A seguito di molte lamentele relative al deterioramento precoce della batteria Apple,  la casa madre ha risposto fornendo un aiuto considerevole almeno per alcune nuove versioni del telefonino più amato in generale.

Disattivare i servizi di localizzazione e quelli dell’aggiornamento automatico delle App

Molte funzioni del telefonino della Apple si rifanno ai servizi di localizzazione mediante GPS, WiFi e connessione dati.  Tutti questi metodi per la localizzazione consumano molto la batteria dell’iPhone, poiché ne viene fatto un utilizzo molto importante.

La localizzazione geografica viene attivata soprattutto per le app che riguardano i social network.  Queste agiscono quasi sempre in background. Per disattivare i servizi di localizzazione di un’app devi seguire la modalità che segue.

Vai nella Home dell’iPhone e clicca su Impostazioni, dopodiché scorri verso il basso finché non ti viene visualizzata la voce Privacy, cliccaci e poi premi localizzazione. Ora puoi scegliere se disattivare i servizi di localizzazione che sono riferiti alle singole app.  Quando hai deciso spunta la voce Mai per bloccare la rilevazione della localizzazione geografica.

Potresti trovare anche la voce Mentre usi l’app che puoi selezionare, se intendi dare il permesso di localizzazione solo quando stai usando effettivamente l’app.

Se vai nella sezione servizi di sistema da impostazioni iOS premi su Privacy e localizzazione in fondo, puoi abilitare o disabilitare questa funzione anche per il sistema.

Se intendi disabilitare completamente la funzione di localizzazione puoi semplicemente selezionare off.

Per disattivare l’aggiornamento in background devi andare sempre nelle Impostazioni di iOS selezionando Generali. In seguito premi su Aggiornamento app in background.  Dal menù che si apre devi cliccare su Home in corrispondenza delle App che intendi bloccare.

Ovviamente allo stesso modo puoi intervenire per bloccare tutte le App che agiscono in background selezionando semplicemente la voce No.  Puoi scegliere anche di attivare l’aggiornamento solo ed unicamente per l’impostazione WiFi, in questo modo oltre che il consumo della batteria farai risparmio anche quello dei dati.

La funzione aereo è molto utile per risparmiare batteria iPhone

Nei casi in cui ti trovassi in una zona dove non si prende bene il segnale sappi che il tuo cellulare consuma molta energia nel tentativo di contattare la rete.  In questo caso si può bloccare tutti questi tentativi e inserire la modalità aereo.

Con questa soluzione in pratica interrompi sia la connessione dati che la voce e il bluetooth, ovviamente corrisponde ad un risparmio notevole di batteria. Dovrai ricordarti di reinserire la funzione dati e chiamate non appena il segnale risulta soddisfacente poiché, come sicuramente già sai, la funzione aereo non ti permette di fare o ricevere alcuna chiamata.

Per attivare questa funzione basta che fai scorrere verso il basso lo schermo troverai la scritta aereo che dovrai semplicemente selezionare. In alternativa puoi andare nelle impostazioni dell’iPhone e individuare la voce aereo a questo punto metti la spunta su On.

Allo stesso modo per disattivare questa funzione e ripristinare il comporto l’uso del cellulare in maniera normale, dovrai cliccare sulla posizione Off del medesimo menù.

Disattiva la regolazione automatica della luminosità del tuo iPhone

Ogni iPhone ha un dispositivo che in automatico determina la migliore luminosità in funzione della luce presente all’esterno. Questa comodità potrebbe far consumare maggiore energia alla tua batteria.  Puoi disattivarla per regolare l’intensità della luce su un livello medio basso.

A seconda del sistema operativo iOS che hai installato nel tuo iPhone, potrai semplicemente recarti nel menu impostazioni e andare sulla voce Generali  poi Accessibilità e infine Regolazione schermo lo dovrai portare sulla Off. Nell’impostare la luminosità potresti inserire un valore pari al 30 e 40%.

Disattiva il sistema per le email

Quando si hanno diversi account di posta elettronica sul proprio smartphone succede che i continui richiami in background, per verificare la presenza di nuovi messaggi, possano scaricare la batteria più in fretta del normale.

Per limitare l’utilizzo della funzione push per le email vuoi recarti dal menù impostazioni, alla mail e account.  A questo punto dovrai selezionare la voce dell’account e scegliere Scarica al posto di push. Puoi anche limitare il refresh dell’azione ad un arco temporale che può essere d 1 ora, 30 minuti oppure 15 minuti.

Disattiva la funzione Rise to wake

A partire dalla versione di iOS 10 per i telefoni iPhone SE, 6S e tutte quelle che sono venute dopo, la Apple ha inserito una funzione per cui basta alzare il cellulare per attivarlo.  È sicuramente utile per l’utente, ma contemporaneamente può comportare un consumo notevole della batteria a seconda di quante volte lo si  alza. Anche in questo caso puoi disattivare questa funzione andando su Impostazioni poi Schermo e Luminosità ed infine dovrai cliccare su off.

Attivare la modalità del risparmio energetico

Anche nel sistema operativo iOS è disponibile la possibilità di risparmiare energia attraverso una funzione chiamata risparmio energetico. Disattivandola si rinuncia alla funzione di ricezione delle email, dell’aggiornamento in background e della chiamata tramite voce delle funzioni del telefono.

Devi sapere che questa funzione si inserisce automaticamente ogni volta che si raggiunge il 20% del livello della batteria. Puoi agire in anticipo, per risparmiare energia andando da impostazioni sulla voce batteria, risparmio energetico.

Riparare la batteria dell’iPhone

Se al termine di tutte le verifiche che hai letto non riesci proprio a raggiungere un livello ottimale per la batteria del tuo iPhone,  potresti prendere in considerazione il fatto che ci sia un guasto proprio della parte hardware.

A partire dalla versione del sistema operativo iOS 11.3 si può verificare se esistono o meno dei problemi della batteria, attraverso il menù impostazioni ti dovrai recare su batteria e stato della batteria a questo punto sarà evidente l’indicazione capacità massima della batteria se questa è inferiore al 80% dovrai portare il tuo cellulare alla Apple in un centro riparazione che provvederà alla sostituzione della stessa.

Non sarà difficile trovare un centro riparazione poiché basta andare nel sito Apple Store alla voce fai da te. Esistono diversi tutorial che spiegano come cambiare la batteria di un iPhone ma occorre avere un certo grado di esperienza, in più come ti dicevo all’inizio, alcuni iPhone sono stati giudicati difettati in partenza proprio nell’elemento batteria. Per cui potrai accertare se il tuo iPhone rientra o meno in questa categoria ed approfittare, si fa per dire, del prezzo di sostituzione di 29 euro.

Alcuni trucchi che puoi usare per risparmiare la batteria del telefono Android o iPhone

Se è vero che la luminosità è ciò che fa consumare maggiormente energia, allora ragionando si capisce che preferendo degli sfondi scuri al tuo smartphone, riduci il consumo di energia della batteria.
Oltre a ciò devi sapere che i social network consumano molto poiché utilizzano spesso la funzione di refresh per controllare se ci sono messaggi, o notizie da parte della tua cerchia di amici.

Un buon modo potrebbe essere quello di utilizzare la versione del browser direttamente.

La funzione di vibrazione dello Smartphone anche se ha un consumo decisamente alto è facile disattivarla e guadagnare qualche decina di minuti in più di autonomia.

Disattivare il feedback aptico

Tramite questa funzione, ogni volta che il dito tocca lo schermo del telefono, si percepirà una leggera vibrazione. Può essere comoda quando si scrive per avere la conferma di aver premuto il tasto giusto. Se si vuole risparmiare batteria si può togliere questa funzione dal menù impostazioni avanzate lingua e inserimento e tastiera di Google. Cliccando su preferenze si disattiva la vibrazione dei tasti.

Anche il Bluetooth o il GPS consumano pur non essendo utilizzate per la maggior parte del tempo. Spegnere il wifi fa risparmiare batteria poiché si disattiva la continua ricerca di reti attive.

Si può anche impostare la funzione di spegnimento dello schermo al minimo possibile. Infatti è stato calcolato che accendiamo lo schermo dello smartphone almeno 150 volte al giorno e questo la dice tutta sul livello di spreco di energia.

Altre indicazioni per risparmiare batteria

Con le batterie al litio non è più necessario scaricare completamente la batteria, anzi è consigliato mantenere un livello di carica tra il 30 e l’80%.

I giochini sui telefoni fanno passare molto del tempo, ti sarai accorto del consumo della batteria quando li utilizzi. Alcuni di essi però sono collegati al sistema di aggiornamento della messaggerie. In particolare le due app del sistema Playstation hanno questa funzione. Verifica con le informazioni che hai già ricevuto se sono sempre in funzione.